Lingua a Tokyo

Senza dubbio, una delle cose più complicate di un viaggio in Giappone è comunicare. La lingua ufficiale, nonché l'unica parlata dai giapponesi, è il giapponese.

Se volete trovare qualcuno che parli inglese, meglio rivolgersi ai giovani, anche se non c'è nessuna garanzia che lo parlino.

Al problema del giapponese parlato, si aggiunge quello del giapponese scritto. In Giappone, coesistono tre alfabeti diversi: kanji, hiragana y katakana. A questi, si somma  il Romanji, ossia la reppresentazione scritta del giapponese in caratteri latini.

Parole e formule di cortesia

Si
Hai
No
No
Ciao
Konnichiwa
Arrivederci
Sayônara
Buongiorno
Ohayô gozaimasu
Buonasera
Konnichiwa
Buonanotte
Konbanwa
A domani
Matta ne
Per favore
Douzo
Grazie
Arigato
Prego
Dô itashimashite
Scusi
Sumimasen
Mi dispiace
Gomen nasai
Come stai?
O genki desu ka?
Molto bene, grazie
Totemo genki desu, arigatô
Benvenuto
Yookoso
Acqua
Mizu (水)
Birra
Biru

Numeri in giapponese

Uno
Ichi
Due
Ni
Tre
San
Quattro
Yon/Shi
Cinque
Go
Sei
Roku
Sette
Nana/Shichi
Otto
Hachi
Nove
Kyû/Ku
Dieci